Raffrescamento

Per la climatizzazione degli ambienti durante l’estate è importante scegliere un impianto confortevole e salutare, che sia in grado di garantire prestazioni elevate e ridurre i consumi energetici.

Il sistema di raffrescamento con i pavimenti radianti è basato sull’ irraggiamento. Un ambiente non trattato d’estate ha la temperatura dei pavimenti, delle pareti e dell’aria anche superiori a 30°C per cui il corpo umano, che non riesce a cedere il suo calore all’aria che non è più fresca, è costretto a dissipare la maggior parte del calore soltanto per evaporazione. Raffrescando invece il pavimento ad una temperatura di circa 19-21°C, viene assorbito il calore irraggiato dal soffitto e dalle pareti per cui si abbassa la temperatura dell’intero ambiente. Questi impianti brevettati, e riconosciuti dai vari Istituti di bioarchitettura, non soltanto permettono il riscaldamento invernale con il comfort migliore di ogni altro con un risparmio di combustibile di oltre il 25-30%, ma anche un raffrescamento estivo con rese e comfort ottimali senza gli inconvenienti tipici dell’aria condizionata.

Con la minore temperatura delle pareti il corpo umano che si trova a circa 36,5°C cede per irraggiamento una considerevole quantità di calore alle superfici dell’ambiente in cui vive ed in particolar modo al pavimento più fresco. ll consumo energetico è circa la metà di un sistema tradizionale di condizionamento. Mandando nei pavimenti radianti acqua ad una temperatura oscillante dai 15 ai 18°C in funzione dell’umidità relativa, si raffrescano i pavimenti portandoli a circa 19-20°C.

In questo modo con una temperatura esterna di 37-38°C si riduce la temperatura interna di un ambiente dai 32-33 °C a circa 24-25°C con un eccezionale comfort e senza movimenti di aria. Opportune sonde collegate ad una particolare centralina elettronica permettono di regolare accuratamente le temperature dell’acqua per non creare condensazione sui pavimenti. Oltre a mandare acqua fresca nei tubi sotto pavimento, con la “climatizzazione” si procede anche a deumidificare l’aria tramite appositi deumidificatori che fanno condensare l’umidità ambientale. In questi deumidificatori viene fatta passare l’aria a bassa velocità per cui non si sentono le fastidiose correnti d’aria gelida tipica degli altri sistemi ed anche il rumore è praticamente impercettibile